Monitoraggio intelligente per pazienti affetti da SLA

In occasione del Congresso della Società Italiana di Neurologia è stato premiato il progetto “Parola di Motoneurone” finalizzato a realizzare un sistema di monitoraggio intelligente e non invasivo per aiutare i clinici a valutare l’evoluzione della disartria nel paziente affetto da SLA.  

“Il progetto nasce dalla collaborazione tra l’Università Politecnica delle Marche e la Clinica di Neuroriabilitazione-AOU Ospedali Riuniti di Ancona – afferma il Rettore Prof. Gian Luca Gregori – mostrando come, in questo periodo, capacità collaborative e approcci multidisciplinari sono fondamentali per il progresso scientifico e per garantire il benessere delle persone più fragili”.  

Fanno parte del team il Professor Emanuele Frontoni, la dottoressa Sara Moccia, l’ingegnere Lucia Migliorelli, la Professoressa Maria Gabriella Ceravolo, la dottoressa Michela Coccia e gli studenti Francesco Alborino, Lorenzo di Carlantonio, Kevin Cela e Lorenzo Scoppolini Massini.

La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) è una malattia che colpisce i motoneuroni del sistema nervoso centrale. Per questo, la SLA, è anche nota come “malattia del motoneurone”. Il suo decorso è imprevedibile e può variare da paziente a paziente: si può perdere progressivamente la normale capacità di deglutizione, l’articolazione della parola, il controllo dei muscoli scheletrici, fino ad arrivare alla compromissione dei muscoli respiratori.

L’alterazione delle strutture che intervengono nella parola è comunemente identificata come disartria ed è uno dei sintomi e segni di esordio della SLA: la valutazione funzionale della disartria può aiutare il clinico a monitorare l’andamento della malattia e ad individuare il momento opportuno per indicare strategie di compenso alla disabilità comunicativa.

Il progetto Parola di Motoneurone, premiato all’annuale Congresso della Società Italiana di Neurologia, mira a realizzare un sistema che monitori in maniera oggettiva, non invasiva e da remoto, la progressione della disartria nei pazienti affetti da SLA.

Parola di Motoneurone, nato dalla collaborazione tra il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università Politecnica delle Marche e la Clinica di Neuroriabilitazione-AOU Ospedali Riuniti di Ancona, garantirà ai clinici uno strumento di supporto utile ad identificare tempestivamente i cambiamenti funzionali nelle performance dei pazienti e ad accelerare l’attuazione di eventuali strategie correttive e compensatorie. Al paziente basterà scaricare una applicazione web che, mantenendo accesi videocamera e microfono del device, lo guiderà nell’esecuzione di compiti vocali o di azioni precise per esaminare più in dettaglio il grado di motilità della muscolatura facciale.

dati audio e video registrati dall’applicazione saranno processati da algoritmi di intelligenza artificiale che si occuperanno di estrarre pattern identificativi dell’evoluzione della disartria. Unicamente il risultato dell’analisi degli algoritmi sarà salvato in una piattaforma cloud che garantirà privacy, sicurezza e protezione del dato e successivamente verrà tradotto in informazione clinica rilevante e reso disponibile per la visualizzazione da parte del personale medico tramite una piattaforma web.

In un periodo storico in cui soluzioni di telemedicina e telemonitoraggio sono diventate fondamentali per garantire un’assistenza sanitaria adeguata a tutti i cittadini Parola di Motoneurone fornirà la possibilità di monitorare in modo specifico, non invasivo e da remoto le caratteristiche e l’evoluzione della disartria nella SLA. Il sistema, cogliendo le difficoltà più lievi del paziente ed individuando la traiettoria della malattia, aiuterà il clinico sia nell’attuazione tempestiva di strategie correttive e compensative mirate sia nella personalizzazione del piano assistenziale.

Fonte: Università Politecnica delle Marche

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta <a href="https://www.aisla.it/cookie-policy/">questa pagina</a>.</p><p style="margin-top:-5px;">Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi