Lazio: rivisto lo schema di riorganizzazione e riqualificazione delle cure domiciliari

E’ stato modificato con Decreto del Commissario ad Acta n. 2273 del 17 febbraio lo schema di riorganizzazione e riqualificazione delle cure domiciliari (A.D.I. – Assistenza Domiciliare Integrata) adottato dalla Regione Lazio con DCA 525 del 30 dicembre 2019, fermamente criticato dalle organizzazioni rappresentative dei destinatari degli interventi a causa delle misure fortemente restrittive previste rispetto alla precedente disciplina.
Il Decreto del 30 dicembre aveva infatti determinato una drastica riduzione degli interventi e dei servizi a danno di persone ad alta intensità assistenziale, interessate da compromissioni che colpiscono funzioni vitali primarie e da instabilità clinica che richiede un monitoraggio costante da parte di operatori competenti in diverse aree cliniche, anche rispetto all’utilizzo di ausili e presidi salvavita.
In particolare il DCA di revisione intende ‹‹stabilire che le Aziende sanitarie continueranno a mantenere i PAI in essere e ad erogare le cure domiciliari, per i pazienti ad alta complessità ed elevata intensità assistenziale, alle condizioni contrattuali assicurate precedentemente all’entrata in vigore del DCA 525/2019 o a condizioni migliorative […]›› e ‹‹precisare che le modalità per i PAI quivi previste per i pazienti già in carico saranno le medesime per i nuovi pazienti ad alta complessità che la ASL dovesse prendere in carico, in rapporto al bisogno effettivo di assistenza››

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi