Emilia romagna

Sedi / sezioni Aisla
Bologna

Contatti

AISLA ONLUS Sede Nazionale
Tel. 02 66982114
e-mail info@aisla.it

Forlì-Cesena

Contatti

Presidente: Cav. Giuseppe Brescia
cell. 347 4273636
e-mail giuseppebrescia45@gmail.com aisla.forlicesena@gmail.com

Per sostenere i progetti del territorio

AISLA ONLUS – SEZIONE FORLI’-CESENA
BPER BANCA, IBAN IT50J0538713202000002224916
 
La Sezione AISLA di Forlì-Cesena, caparbiamente voluta fin dal 2009 dal Cav. Giuseppe Brescia, nasce ufficialmente il 3 dicembre 2013 con delibera del Consiglio Direttivo Nazionale di Aisla Onlus.
L’esigenza di avere una sezione Aisla a Forlì nasce da esperienze personali e dal desiderio di poter diffondere la conoscenza della malattia, diventare punto di riferimento per i malati di SLA e delle loro famiglie residenti nella provincia di Forlì-Cesena, raccogliere le loro istanze e bisogni per sottoporli all’attenzione delle istituzioni politiche, mediche e socio-assistenziali per trovare percorsi di continuità assistenziali che permettano concretamente di migliorare la vita quotidiana del malato e della sua famiglia.
Insomma mai più soli!!!
La Sezione AISLA di Forlì-Cesena conta oggi 31 soci e grazie al supporto di una decina di soci volontari è punto di riferimento nel comprensorio forlivese-cesenate per oltre 60 persone malate di SLA e delle loro famiglie.
La Sezione collabora attivamente con il Gruppo multisciplinare SLA presente presso l’OP Morgagni-Pieantoni di Forlì, coordinato dal dott. Carlo Guidi, dell’U.O. di neurologia di Forli, diretta dal dott. Walter Neri. Con la stessa U.O. ha organizzato formativo dedicato a “Le cure palliative e le scelte terapeutiche nella SLA”.
In questa ottica, la sezione ha attivato ed attivato collaborazioni con la direzione del Dipartimento di Cure Primarie dell’Ausl Forlì e con quelle di Cesena, Rimini e Ravenna e con il Dipartimento Cure Primarie di Riccione, mirate al miglioramento dell’Assistenza Domiciliare Infermieristica alle persone affette da patologia neuromuscolare.
La Sezione AISLA di Forlì-Cesena ha ottimi rapporti di collaborazione con le Istituzioni locali, continui dialoghi con le Istituzioni religiosi come Diocesi e Parrocchie e con i Clubs come Lions e Rotary infatti, sono proprio i giovani Rotaract ad organizzare la Giornata Nazionale AISLA a Forlì.

Ferrara

Contatti

Referente: Sig. Alberto Botti
Via F.lli Cervi 9 44012 – Scortichino
Cell. 345 7187298
e-mail gliamicidipaolo@alice.it
www.aislaferrara.it

Per sostenere i progetti del territorio

AISLA ONLUS – SEDE FERRARA
Banca Popolare Emilia Romagna (BPER Banca), IBAN IT34D0538767196000000002797
 
La sezione AISLA di Ferrara nasce nel 2009 e conta ad oggi 12 soci in tutta la provincia. Grazie al supporto di alcuni volontari la sezione è un punto di riferimento sul territorio di Ferrara e provincia per le oltre 45 persone affette da SLA e per le loro famiglie.
La sezione mantiene contatti con le istituzioni e le strutture socio – sanitarie del territorio per garantire costanti livelli di assistenza e una corretta presa in carico delle necessità dei malati di SLA ed ha contribuito, se pure con scarsi risultati, alla stesura del PDTA in corso di attuazione.
È inoltre in essere una proficua collaborazione con la ASP di Ferrara per la realizzazione di corsi di indirizzo e formazione per care giver.
Grazie anche alle proficue collaborazione con importanti realtà locali , tra queste diverse società sportive dilettantistiche, primo fra tutti il “Trofeo della Solidarietà”, la squadra maschile “Hockey Bondeno” che milita in serie A2, e alcuni gruppi musicali come “I Klintos” e “Officine Zambelli”, AISLA Ferrara organizza momenti di sensibilizzazione ed informazione sulla malattia ed importanti iniziative di raccolta fondi.
Più recente ma non meno importante la collaborazione con “Juventus Club SCORTICHINO “ e “Officina Ferrarese , Club del motorismo storico” che ci ha consentito, insieme con il contributo di altri donatori,  il proseguimento per il quinto anno consecutivo del “Progetto di Supporto Psicologico” che dovrebbe essere definitivamente superato dall’entrata in vigore sul territorio della provincia ferrarese del PDTA di prossima attuazione che prevede l’attività di supporto psicologico per i malati SLA  a totale carico del SSN.
Aisla Ferrara è anche una fattiva sostenitrice del progetto “Casa Sollievo di Ferrara”. Un progetto della Fondazione ADO per la realizzazione di una residenza sanitaria, già in fase di realizzazione, per pazienti con patologie neurologiche, tra le quali la sclerosi laterale amiotrofica
Il progetto nasce dalla volontà di aiutare e assistere i pazienti e i loro familiari nelle fasi più invalidanti della malattia, con una presa in carico globale e un’assistenza di alta qualità in un ambiente accogliente, competente e ricco di umanità e solidarietà. L’assistenza sarà completamente gratuita e sarà possibile ospitare i pazienti anche per brevi periodi di convalescenza o per ricoveri di sollievo.

Modena

Contatti

Presidente: Claudio Pignatti
Telefono 059 2033840
Via Canaletto Sud 88 – 41122 MODENA
orari di apertura Sezione: martedì e giovedì dalle 9,00 alle 12,00
e-mail aislamo@comune.modena.it

Per sostenere i progetti del territorio

AISLA ONLUS – SEZIONE MODENA
BANCA POPOLARE DELL’EMILIA E ROMAGNA AG.15, IBAN IT03A0538712910000002061234
La sezione Aisla di Modena nasce nel 1996, dapprima come soggetto giuridico autonomo e poi come sezione dell’AISLA Nazionale, a seguito dell’impegno di alcune persone i cui familiari erano stati colpiti da SLA.
Oggi la sezione conta 13 soci, 4 volontari attivi ed è il punto di riferimento non solo per circa 60 ammalati della Provincia di Modena ma anche per altrettanti malati di province limitrofe ed anche lontane che si rivolgono all’ambulatorio multidisciplinare SLA dell’Ospedale S. Agostino – Estense di Modena diretto dalla Dr.ssa Jessica Mandrioli.
L’ambulatorio multidisciplinare SLA dell’Ospedale S. Agostino – Estense di Modena è nato, in collaborazione con la clinica neurologica dello stesso ospedale, per una ferma volontà della associazione che, in un primo momento, ha promosso un premio di laurea per una ricerca epidemiologica SLA nella Provincia di Modena e, successivamente, proprio sulla scorta della suddetta tesi, ha supportato la creazione di un servizio multidisciplinare sia ospedaliero che sul territorio.
Tale ambulatorio è altresì responsabile della tenuta del registro SLA della regione Emilia Romagna che, sulla base di un database informatico voluto e finanziato dalla sezione modenese, è in grado di dialogare con i registri nazionali ed internazionali.
AISLA sezione di Modena ha rapporti con gli Enti Locali Territoriali, in particolare con Comune di Modena, Provincia di Modena e Regione Emilia – Romagna, con gli Ospedali Policlinico, S. Agostino – Estense e Ospedali civili di Carpi e Sassuolo, con l’Ausl di Modena, con l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, con le Fondazioni Bancarie del Territorio con particolare riferimento alla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e con la Fondazione Cassa di Risparmio di Vignola.
La sezione modenese ha poi promosso e collaborato alla stesura del protocollo di assistenza SLA agli ammalati della Regione Emilia Romagna approvato nel 2012.
La sezione, oltre a svolgere attività di sensibilizzazione e raccolta fondi, promuove spettacoli teatrali, mostre per presentare opere pittoriche, scultoree e letterarie di ammalati sla e ne cura i relativi cataloghi, incontri formativi per i care giver e gli assistenti agli ammalati ed, inoltre, forma ragazzi in età scolare per fare compagnia e fornire aiuto non sanitario agli ammalati di SLA e alle loro famiglie.

Consiglio Direttivo di Sezione

Claudio Pignatti, Presidente
Graziella Cavazzoni , Tesoriere
Consiglieri
Gianni Montermini
Doretta Benzi
Gabriella Mantovani
Marta Poppi
Maria Tralli
Monica Cerfogli
Uber Fava
Cristian Ori

Parma

Contatti

Presidente: Lina Fochi
Cell. 348 8115034 – 347 4597594
e-mail aislaparma@aisla.it riccardo.lina@alice.it
www.noielaslaparma.it

Per sostenere i progetti del territorio

AISLA ONLUS – SEZIONE PARMA
Credito Valtellinese, IBAN IT39S0521612700000000000267
 

La sezione di AISLA Parma nasce il 15 dicembre 2006 e conta a oggi 61 soci. Grazie al supporto di 6 volontari la sezione è il punto di riferimento sul territorio di per più di 50 persone malate di SLA e per le loro famiglie.
La sezione AISLA Parma ha attivato importanti collaborazioni con le principali strutture socio-sanitarie locali, con i Comuni di Parma e Collecchio ed altre associazioni del territorio, in particolare con vari Gruppi Alpini di Parma e provincia i quali garantiscono collaborazione e supporto non solo per la Giornata Nazionale ma anche nell’ organizzazione e realizzazione di eventi divenuti ormai annuali.

AISLA e AUSL di Parma hanno stipulato una convenzione per l’organizzazione di un progetto di formazione sulle cure palliative destinato ai medici palliativisti di Parma e provincia che seguono le persone malate di sla. L’obiettivo è quello di apportare elementi di buona pratica clinica nelle cure palliative attraverso la diffusione della cultura della medicina palliativa, anche tra operatori sanitari e familiari. Il progetto, attualmente in corso e della durata di 2 anni, prevede incontri periodici di confronto e aggiornamento tra il medico palliativista di AISLA ed i colleghi che hanno in cura le persone con sla al fine di garantire, attraverso le cure palliative, una qualità di vita migliore in tutti gli stadi della malattia.

La sezione organizza annualmente numerose attività di informazione e sensibilizzazione sulla malattia ed eventi di raccolta fondi.

Consiglio Direttivo di Sezione

Lina Fochi, Presidente
Piero Da Prati, Tesoriere
Sergio Picollo, Segretario
Consiglieri
Caterina Corchia
Francesco Guareschi

Piacenza

Contatti

Silvia Borlenghi, Marina Pinto
cell.: 388 9451517 (Tutti i giorni dalle 18,30 alle 20,30)
e-mail aisla.piacenza@libero.it

Per sostenere i progetti del territorio

AISLA ONLUS – SEDE PIACENZA
Banca di Piacenza, IBAN IT41L0515612600CC0000035184

La sede AISLA di PIACENZA nasce nel 2010 e conta a oggi 16 soci. Grazie al supporto di volontari la sezione è il punto di riferimento sul territorio per 35 malati di SLA e per le loro famiglie.
La sede AISLA di PIACENZA ha attivato un progetto di supporto fisioterapico a domicilio per i pazienti affetti da Sla presenti sul territorio.
La sede organizza diverse attività di raccolta fondi a sostegno dei progetti attivati sul territorio.

Reggio Emilia

Contatti

Cell. 331-4102040 punto di ascolto telefonico disponibile h24
e-mail aisla.re@gmail.com
www.aislareggioemilia.it

 

Per sostenere i progetti del territorio

AISLA ONLUS – SEZIONE REGGIO EMILIA
Banca Popolare Emilia Romagna, IBAN IT21T0538712800000001809855
 
La sezione AISLA di Reggio Emilia nasce nel 2008 e conta a oggi 16 soci. Grazie al supporto di 7 volontari la sezione è il punto di riferimento sul territorio per le circa 55 persone affette da sla e le loro famiglie. In particolare segue circa 10-15 famiglie.
La sezione AISLA di Reggio Emilia ha stretto importanti collaborazioni con istituzioni socio-sanitarie e associazioni locali garantendo così alti livelli di assistenza e presa in carico dei malati di SLA e delle famiglie. Tra le collaborazioni attive, quelle con AUSL-Reggio Emilia, Arcispedale Santa Maria Nuova (ASMN) e EMMAUS Volontario domiciliare.
La sezione organizza inoltre diverse attività di sensibilizzazione sulla malattia e di raccolta fondi.
 

Consiglio Direttivo di Sezione

Presidente Loretta Pavarini
Vice Presidente Andrea Ferretti
Segretario e Tesoriere Santa Sanguanini
Consiglieri: Patrizia Anghinolfi, Silvia Cosci, Zelia Fontanesi, Sara Montanari, Anita Santini.

Rimini

Referente Istituzionale:

AISLA FORLI’-CESENA
Cav. Giuseppe Brescia, Presidente
cell. 347 4273636
e-mail: giuseppebrescia45@gmail.com
aisla.forlicesena@gmail.com

Centri Medici
Arcispedale S. Anna di Ferrara

U.O. neurologia
C.so Giovecca, 203 edificio 4, area arancione – 44100 FERRARA (FE)
Telefono: 0532 237208 (segreteria) – 0532 236265 (ambulatorio Day Hospital)

Referente

Dr. Rocco QUATTRALE
Tel 0532-237469
Fax 0532-237201
e-mail quatrale@iol.it

Arcispedale S. Maria Nuova di Reggio Emilia

U.O. Neurologia
Viale Risorgimento, 80 – Fabb. A, 5° piano, Gruppo Salita 1 – 42100 REGGIO NELL’EMILIA (RE)
Telefono: 0522 295033 (ambulatorio) – 0522 296494 (segreteria) – 0522 296530 (direttore struttura)
Referente
D.ssa Norina Marcello marcello.norina@asmn.re.it

Ospedale B. Ramazzini di Carpi (MO)

U.O. neurologia
Via Guido Molinari, 2 41012 CARPI (MO)
Telefono:059 659317

Ospedale Bellaria di Bologna

U.O. clinica neurologica – IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche
Via Altura, 3 40100 BOLOGNA Savena (BO) – 40100
Telefono: 051 4966989 – 051 4966964
U.O. neurologia OB – IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche
Telefono: 051 6225368
Referente: Dr. Fabrizio SALVI fabrizio.salvi@ausl.bo.it
malattierare@ausl.bo.it

Ospedale di Fidenza

U.O. neurologia
Via Don Enrico Tincati 5 43036 FIDENZA (PR)

Telefono: 0524 515253
Direttore: Dr. Stefano JannReferenti Sla Distretti di Fidenza, Langhirano e Borgotaro:
Dr.ssa Doriana Medici – e-mail: dmedici@ausl.pr.it
Dr.ssa Letizia Manneschi – e-mail: lmanneschi@ausl.pr.it
Dr.ssa Angelica Guareschi – e-mail: aguareschi@ausl.pr.it
Ospedale di Ravenna

U.O. neurologia
Viale Randi, 5 48100 RAVENNA (RA)
Telefono: 0544 285340 – 0544 285393

Responsabile
: Dr. Fabrizio Rasi f.rasi@ausl.ra.it
Tel. per prenotazioni: 0544 285521 (Lun-Sab 08.30-13.00)
Tel. per info: 0544 285520

Ospedale G.B.Morgagni-L.Pierantoni di Forlì

U.O. neurologia
Via Carlo Forlanini, 34 47100 FORLI’ (FC)
Telefono: 0543 731111
Fax 0543 735269
Tel: 0543 735230 – 0543 735230
info e prenotazione: Lun-Ven 8-12.30
Responsabile Dr. Walter Neri

Ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza

U.O. neurologia
Via Taverna, 49 29100 PIACENZA (PC)
Tel. 0523 303310
Fax 0523 303322
Referente: Dr.ssa Barbara SALA B.SALA@ausl.pc.it

Ospedale Infermi di Rimini

U.O. neurologia
Viale Settembrini, 2 479 RIMINI (RN)
scala D – III piano
Tel. 0541 705505 (segreteria) – 0541/705600 (direzione)
Fax: 0541 705602
e-mail neurologia@auslrn.ne
Responsabile Dr. Alessandro Ravasio

Ospedale Maggiore di Parma

U.O. clinica neurologica – Dip. neuroscienze

Padiglione Centrale (ex Monoblocco pad. 06) 4° piano
Ambulatori Padiglione Barbieri (pad. 11) 3° piano
Telefono: 0521 704100
Direttore: Dr. Giovanni Pavesi
Referente Sla: Dr.ssa Lucia Zinno e-mail: lzinno@ao.pr.it
Ospedale M. Bufalini di Cesena (FC)

U.O. neurologia
Viale Ghirotti, 286 47023 CESENA (FC)
Telefono: 0547 352111

Direttore:
Naldi Andrea
Informazioni: Tel. 0547 352350 da lun a ven: 9.00 – 13.00
e-mail neurologia@ausl-cesena.emr.it

Ospedale S. Maria della Scaletta di Imola

U.O. neurologia
Via Montericco, 4 40026 IMOLA (BO)
Telefono: 0542 662836 – 0542 662820
Referente: D.ssa Vittoria MUSSUTO
Tel 0542-662818/36
Fax 0542-66212820
Centralino 0542/662111

Ospedale S. Agostino Estense di Modena

U.O. clinica neurologica
Via Giardini 1355 – Loc. Baggiovara – 41100 MODENA (MO)
Telefono: 059 3961111
Referente: D.ssa Jessica MANDRIOLI
Ambulatorio Multidisciplinare Malattie Motoneurone
Tel. Reparto Neurologia: 059 3961658
e-mail j.mandrioli@ausl.mo.it
Centralino: 059.435111

Provvidenze economiche
Esenzione Tassa Automobilistica per disabili

Il pagamento della tassa automobilistica non è dovuto se il veicolo risulta intestato ad una persona con disabilità o a persona cui il disabile risulta essere a carico. Tutto quello che bisogna sapere per ottenere l’esenzione cliccando su questo link.

Il fondo per la non autosufficienza in Emilia Romagna

Con il DGR 2068/04 alle persone affette da gravi disabilità veniva già erogato un assegno di €23,00 al giorno, tra cui gli ammalati di sla. (con un ISEE del nucleo familiare non superiore ad € 34.000,00)
Un ulteriore contributo che si aggiunge all’assegno pari a €160,00 mensili, destinato alle famiglie che assumono con regolare contratto un assistente familiare. ( criteri stabiliti con DGR 1206/08 )
FNA2011: con DGR 1762/2011 è stato introdotto un nuovo livello dell’assegno di cura per le persone con gravissime disabilità, tra cui gli ammalati di sla, pari ad € 34,00 al giorno.
(con un ISEE del nucleo familiare non superiore ad € 34.000,00)
FNA2013: uguale
FNA2014:con DGR 256 del 3 marzo 2014 per gravissime disabilità acquisite, tra cui gli ammalati di sla, ai fini dell’accesso dell’assegno di cura viene inserita una nuova soglia dell’ ISEE pari ad €55.000,00, riferita all’intero nucleo familiare.
Con decorrenza 1 dicembre 2014 DGR 1732/14 da € 35,00 a 45,00, l’assegno di cura alle persone con gravissime disabilità assistite al domicilio, tra cui gli ammalati di sla, che manifestano bisogni di assistenza particolari elevati nell’arco delle 24 ore (ventilazione artificiale, frequenti aspirazioni,presenta CVC…)
Sono in vigore 2 livelli di contribuzione giornaliera:
€ 23,00 per persone con gravissima disabilità acquisita,che si trovano in una situazione di totale non autosufficienza, di totale dipendenza e che necessitano di assistenza continua h24.
€ 45,00 come sopra indicato.
FNA2015, 2016: come sopra, importi inviariati, l’assegno di cura è stato regolarmente erogato.
Altre provvidenze

Servizi
Servizi al domicilio

MODENA
I fisioterapisti dell’associazione sviluppano in tutti i giorni della settimana e per tutto l’anno, presso il centro fisioterapico della associazione e anche a domicilio, attività motoria a favore degli ammalati SLA in collaborazione e ad integrazione del servizio offerto dalle strutture sanitarie pubbliche.
PIACENZA
E’ attivo il progetto di fisioterapia a domicilio.

Sostegno economico

MODENA
La sezione organizza diversi eventi per la raccolta fondi da destinare alle attività a favore delle persone affette da SLA e alle loro famiglie che versino in stato di bisogno e difficoltà.
PARMA
La sezione organizza diversi eventi per la raccolta fondi da destinare alla ricerca e a progetti sul territorio finalizzati a migliorare la qualità di vita delle persone malate e delle loro famiglie.

Sportello di ascolto

FORLI’-CESENA
ogni lunedì dalle 15 alle 18
e-mail: giuseppebrescia45@gmail.com
tel: 347 4273636
presso la sede ASSIPROV di Cesena – via Serraglio, 18
VOLANTINO SPORTELLO
I volontari organizzano le visite domiciliari programmate con il coordinatore del Team SLA con lo scopo di conoscersi ed offrire il proprio supporto.

MODENA
dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12
Tel. 059 2033840
presso la sede di AISLA Modena in Via Canaletto Sud n. 88

PARMA
giovedì dalle ore 10 alle ore 12 (luglio e agosto su appuntamento)
Tel. 3474597597 – 3488115034
presso la sede ANMIC in via Stirone n. 4

REGGIO EMILIA
Vengono organizzate visite al domicilio da parte dei volontari per incontro e risoluzione problemi.

Supporto Psicologico

FERRARA
Percorsi di sostegno psicologico che prevedono incontri individuali, al domicilio o in ambulatorio. Attività completamente gratuita per l’utente in collaborazione con il DH di Neurologia del Nuovo Ospedale S. Anna di Cona e si propone di accogliere i bisogni emergenti nelle diverse fasi della malattia ed offrire supporto al paziente ed alla sua famiglia. L’obbiettivo primario del progetto è quello di garantire supporto emotivo contenendo i sintomi dell’ansia e della depressione del paziente, dei familiari e del caregiver, favorire l’accettazione della malattia, sostenere i processi decisionali, supportare nei momenti di criticità, sostenere i cambiamenti di vita e favorire la riorganizzazione delle abitudini e dei ruoli personali e famigliari. Una particolare attenzione è rivolta, infatti, ai minori e agli adolescenti con l’obiettivo di accompagnare le famiglie nel difficile compito di comunicare su questi temi con i figli.
Data la risposta positiva al progetto, AISLA Ferrara lo riproporrà nel periodo ottobre 2017-giugno 2018, in attesa che trovi piena applicazione il PDTA per i malati Sla licenziato ad inizio 2017 dall’Azienda Ospedaliera e dalla AUSL di Ferrara, dove è previsto anche il supporto psicologico fornito dalle istituzioni sanitarie sia in sede ospedaliera che sul territorio. L’obiettivo è far sì che il servizio possa comunque essere garantito senza soluzione di continuità a malati e famiglie.
FORLI’ CESENA
Da aprile 2016 la sede Aisla Forlì Cesena ha attivato un progetto di supporto psicologico per 8 pazienti e le loro famiglie, individuati dalla stessa sede Aisla in collaborazione con l’Equipe SLA multidisciplinare ospedaliera di Forlì. Attualmente i pazienti seguiti presso la sede di AISLA Forlì-Cesena, quando possibile, o presso il loro domicilio  tramite colloqui mensili o quindicinali sono 5. Un paziente sta continuando i colloqui individuali, in due situazioni proseguono i colloqui con la coppia, uno in elaborazione del lutto ed uno appena inserito nel progetto.
MODENA
La psicologa dell’associazione programma incontri periodici, sia personalizzati che di auto aiuto, presso la sede della sezione e anche a domicilio; la psicologa è presente in sede due mezze giornate a settimana.
PARMA
Dal 2012 la sezione sostiene economicamente l’attività svolta da una psicologa all’interno dell’equipe multidisciplinare Sla
dell’Azienda Ospedaliera di Parma. L’impegno della psicologa è caratterizzato da varie tipologie di intervento: valutazioni in prima visita di pazienti con diagnosi recente; attività di consulenza per i pazienti in regime di ricovero ospedaliero (fasi acute o scelte terapeutiche); attività di supporto terapeutico ambulatoriale a pazienti e/o familiari; organizzazione di Gruppi di Aiuto per familiari e incontri formativi per volontari; incontri periodici con le psicologhe dei Distretti AUSL di Parma per la creazione di una rete di collaborazione interaziendale (AUSL-OSPEDALE) relativamente alla patologia della Sla; incontri con équipe ospedaliera e distrettuali.
REGGIO EMILIA
Gruppi di Aiuto (GdA) per malati e familiari;supporto psicologico al domicilio per malati e familiari.

Tempo libero accessibile

MODENA
La sezione organizza attività ricreative quali cene sociali e attività ludiche presso la propria sede e, inoltre, promuove ed organizza, una volta all’anno, soggiorno termale presso centro attrezzato della località di Abano Terme.

Trasporto attrezzato

MODENA
E’ attivo con mezzo attrezzato, fornito dalla sede nazionale,IL trasporto gratuito per ammalati SLA da/per casa/centro sanitario/associazione.
PARMA
Dal 2012 è attiva una Convenzione tra la sezione e l’Assistenza Pubblica di Parma per il trasporto dei malati in carrozzella nell’ambito del territorio comunale a mezzo di apposito pulmino. Il servizio, disponibile 7 giorni su 7, va ad integrazione del servizio verso le strutture ospedaliere in quanto è specificamente rivolto ad esigenze personali del malato (visite a parenti ed amici, funzioni religiose o civili ecc.) non sempre soddisfabili con i normali mezzi di trasporto.
Il trasporto dei malati Sla e di eventuale loro accompagnatore è gratuito in quanto le spese sono a carico della sezione.

ESTATE 2020: UNA STAGIONE CHE RICORDEREMO PER SEMPRE

A poche settimane di distanza da quella che rimarrà senza dubbio un’estate che non dimenticheremo mai, possiamo affermare che, grazie all’impegno e alla perseveranza di persone straordinarie, ce l’abbiamo fatta! Abbiamo attraversato mesi caratterizzati da timore e incertezza, (altro…)

Caregiver familiari, l'Emilia Romagna va avanti mentre la legge nazionale è ferma

Caregiver familiari, l'Emilia Romagna va avanti mentre la legge nazionale è ferma

A tre anni dalla legge regionale, la prima in Italia a riconoscere il caregiver familiare, l’Emilia Romagna pubblica le linee attuative. In Senato invece la legge nazionale è ferma, in attesa di arrivare a un testo unificato
In Commissione Lavoro del Senato, i lavori per arrivare a riconoscere la figura del caregiver familiare e dargli sostegno sono fermi da metà maggio, in attesa di pervenire a un testo unificato, atteso già per il 29 marzo. Si parte da tre ddl alquanto distanti, per contenuti e filosofia (il 2048 a firma di Cristina De Pietro, il 2128 di Laura Bignami e il 2266 a firma Ignazio Angioni (li abbiamo presentati qui). Un milione di italiani si prende cura di genitori non autosufficienti e (altro…)

A Ferrara continua il progetto di sostegno psicologico per persone con SLA e caregiver

A Ferrara continua il progetto di sostegno psicologico per persone con SLA e caregiver

Ha suscitato grande soddisfazione nelle persone con Sla e nei loro caregiver il “Progetto di Sostegno Psicologico“, che si è realizzato grazie all’impegno economico ed organizzativo di Aisla Ferrara per il quarto anno consecutivo sul territorio provinciale.
In dieci mesi di attività, grazie ad un contributo di circa 2.000 euro assicurato dalla sede ferrarese di Aisla coordinata dal referente Alberto Botti, sono stati realizzati 47 incontri rivolti a quattro pazienti. (altro…)

Casa del sollievo, continua il sostegno di AISLA Ferrara

Casa del sollievo, continua il sostegno di AISLA Ferrara

Continua il sostegno da parte della sede Aisla Ferrara al progetto per la costruzione della “Casa del sollievo” promosso  da Fondazione ADO Onlus di Ferrara ed a cui la locale sede Aisla coordinata da Alberto Botti ha aderito da ormai 4 anni destinandovi già 7.500 euro tra il 2014 ed il 2016. Anche quest’anno Aisla Ferrara ha deciso di supportare la costruzione dell’opera
(altro…)

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi