AISLA sostiene la costruzione della “Casa del sollievo” di Ferrara

Continuano a passo spedito a Ferrara i lavori per la costruzione  della “Casa del Sollievo” voluta da Fondazione ADO Onlus.Si tratta di una residenza sanitaria creata appositamente per pazienti con patologie neurologiche quali la sclerosi multipla e la sclerosi laterale amiotrofica, con lo scopo di aiutare e assistere i pazienti e i loro familiari nelle fasi più invalidanti della malattia, con una presa in carico globale e un’assistenza di alta qualità in un ambiente accogliente, competente e ricco di umanità e solidarietà.
L’assistenza sarà completamente gratuita e sarà possibile ospitare i pazienti anche per brevi periodi di convalescenza o per ricoveri di sollievo.
Un progetto tanto meritevole ed ambizioso non poteva non godere, fin da subito, del convinto sostegno della locale sede di Aisla Ferrara che finora ha messo a disposizione complessivamente 8.500 euro e non intende fermarsi qui: «Dopo una prima tranche di 5.000 euro versata nel gennaio 2014 alla presentazione  della “Casa del Sollievo” presso il Teatro Comunale di Ferrara da parte di ADO Htf, abbiamo continuato negli anni successivi  a donare tutti i proventi derivati dalla nostra partecipazione al “Trofeo della Solidarietà” organizzato  dall’amico Davide Fratini – spiega il referente di Aisla Ferrara, Alberto Botti –  Un evento, quest’ultimo, che vede come beneficiarie diverse associazioni di volontariato  del territorio fra cui, appunto, anche Aisla ed ADO».
 

Nelle immagini sopra e sotto, due vedute del cantiere dove sono in corso i lavori per la realizzazione della Casa del Sollievo



Così, al primo contributo ne sono seguiti altri di 1.300 euro ad agosto 2015, di 1.200 a dicembre 2016  e l’ultimo in ordine di tempo, di 1.000 euro, lo scorso mese di luglio: «E’ nostra intenzione continuare a sostenere l’iniziativa con i fondi che potremo raccogliere alle prossime edizioni del “Trofeo della Solidarietà” se ci sarà data, come negli anni scorsi, l’opportunità di essere presenti alla manifestazione», anticipa Alberto Botti.
Oggi, intanto, come documentato puntualmente sul sito di ADO htf http://www.adohtf.it/dict_services/casa-del-sollievo,  presso il cantiere situato in via Luciano Chailly è possibile vedere le strutture in legno che sorgeranno intorno all’area del giardino, a testimonianza di come i lavoro procedano a grande velocità per consentire  la realizzazione di un sogno ed il concretizzarsi di tanti sforzi.
Quando sarà terminata, la “Casa del Sollievo” ubicata nella zona Ovest della città di Ferrara (vicino all’hospice Casa della Solidarietà) in uno spazio di complessivi 12.000 mq concesso in comodato d’uso dal Comune dove un tempo sorgevano due rustici oggetto di ristrutturazione, consisterà in una struttura realizzata con tecnologie e materiali ecosostenibili, disposta su due piani per una superficie complessiva di circa 5.000 mq. L’area per i pazienti è al piano terra mentre al primo piano sono collocati i servizi di supporto. La “Casa del Sollievo” sarà dotata di 20 stanze singole domotizzate con un secondo letto per un familiare. Ogni camera è affacciata su un piccolo giardino interno privato, con possibilità di accedere al parco interno comune riservato ai pazienti e ai famigliari. Nella fitta rete di sostenitori e volontari che supportano l’attività della Fondazione Ado attraverso donazioni e numerose iniziative, anche Aisla Ferrara vuole continuare a fare la sua parte.
 

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta <a href="https://www.aisla.it/cookie-policy/">questa pagina</a>.</p><p style="margin-top:-5px;">Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi